martedì 30 giugno 2009

Giugno fortunato


Ottimi assaggi da raccontare:
prima da Il Cambio per il nuovo menù - decisamente convincente - e per due chiacchiere con l'amico Chef Max Poggi.

In uscita cicloturistica nel Polesine capitiamo, indirizzati dalla solerte padrona di casa dell'agriturismo, nell'Osteria Arcadia, a Porto Tolle, località Santa Giulia, una vera sorpresa di prodotti e sapori! Canocchie da sogno, piccoli Cannolicchi saporitissimi, i mai assaggiati prima Canestrelli (una specie di piccole capesante), poi gli spaghetti - home made - con sugo di cozze (allevamento in loco), il ricchissimo fritto misto: locale e abbondante. Ci ha stupito anche il dessert di crema di melone. Peccato nn sia proprio a portata di mano ...

Decisa sterzata per il terzo episodio del mese vissuto a San Patrignano, cioè nel suo ristorante stellato Vite. Esperienza che spero si possa ripetere per compagnia e per gastronomia. Raramente mi permetto di suggerire esplicitamente una visita in un ristorante, tra tutte, questa è l'occasione in cui potrei risultare insistente. Per quanto ne so forse una location come questa solo da Bras è possibile viverla e la cucina? Alta cucina. Un susseguirsi di invenzioni dal sapore entusiasmante e spesso rievocativo.

In trasferta nel cuneese, abbiamo avuto l'onore di un altro invito di eccezione: Il Marachella a Vignolo. Una veloce colazione di lavoro che si trasforma in un menù degustazione accompagnati dai commenti ai piatti di Patron e Chef, tale Gonzalo Luzarraga di cui sentiremo parlare in futuro. A questo punto una guida ben fatta scriverebbe: un punto di riferimento per i cultori della tradizione gastronomica piemontese, abbinata ai migliori vini. Noi sottoscriviamo.

E in luglio?

Nessun commento: