giovedì 4 ottobre 2007

Peterborough


Trasferta di lavoro con soggiorno in un Old English Inn: The Talbot a Oundle.
Il ristorante dell'Inn, descritto come intimo e accogliente, oltre che ideale per gustare le specialità locali (?), si rivela un bidone pazzesco: fritture inutilmente pesanti e un hamburger industriale surgelato (con relativo panino surgelato) presentato come piatto gourmet... immangiabile. Tralascio le altre non commestibili portate.
Altra bella esperienza le patatine "low fat" comprate all'aeroporto con acido citrico (!)...


Mi sono consolato con le mitiche "Mint Crumbles" di Mark&Spencer, che in quanto a schifezze contenute anche loro probabilmente nn scherzano, ma almeno sono buone!

mercoledì 3 ottobre 2007

Ricordo

Due ricordi di Squisito 2007:


il puzzle della Fanella, perché mi ricorda che ai grandi piace giocare e...


il dessert di Baronetto, perché urla che la perfezione in un piatto (e nn solo lì) si raggiunge quando nn c'è più nulla da togliere.

Ma cos'è questa mia deriva verso l'area del fine pasto? Forse che mi ritrovi nella apparente meticolosità degli chef dolci?