venerdì 13 luglio 2007

40 km da casa


Sono a corto di parole... in compenso sciorino il menù degustazione di pesce (preso dal sito e dalla memoria):

APERITIVO E LECCORNIE, PICCOLA ENTRATA
Astice al vapore al mosto d'olio extravergine d'oliva con fonduta di piselli al lardo e pomodori appassiti
TAGLIO DI TRIGLIA DELL’ADRIATICO 
IN ZUPPETTA DI PESCI CON MOLLUSCHI E CROSTACEI

Noci di cappesante arrostite con pagliette di parmigiano e tartufo nero all'aceto balsamico
Spaghetti freschi di semola alla chitarra con ragu' di calamari e zucchine, mantecati ai ricci di mare di Oristano

Trancio di rombo chiodato al vapore in salsa di basilico e zucchino in fiore farcito
Scampi dell’Adriatico arrostiti con purea di broccoli, calamaretti fritti e Aceto Balsamico Tradizionale di Modena

LA NOSTRA PASTICCERIA

I DOLCI ASSORTITI DEL SAN DOMENICO

Mai vissuto una esperienza di ristorazione così perfetta: gli ingredienti, le cotture, i piatti, il servizio e l'ambiente, tutto concorre a sviluppare una sensazione di benessere che porta a considerare il San Domenico uno di quei posti dove tornare al più presto.

Brindisi a BRD che ha offerto anche se nn c'era.


mercoledì 11 luglio 2007

we Milano 2

Con una certa dose di incredulità sabato sera siamo riusciti a prenotare un tavolo al Finger's.
Sono ormai convinto di nn poter ambire a diventare un foodblogger serio: nn faccio le foto (questa è l'unica...) e nn ricordo cosa ho mangiato! Però potrei parlare per ore dell'illuminazione, del servizio, del mood del locale... bah, se a qlcn interessa...



Al Finger's si sta bene (ma questo si sapeva già quando si chiamava ancora Siam Society e c'andavamo per uno dei migliori brunch di Milano), nonostante sia percettibile l'effetto "posto giusto" con qualche scivolone fashionmilanese (l'atteggiamento dei camerieri - ma di giorno lavorano da Gucci?) oppure le moine verso i clienti abituali: più da privè disco che da ristorante.
Visto l'innegabile valore dei piatti serviti, magari nn guasterebbe crederci di più, alla causa gastronomica, dico, e convincersi che da Finger's i clienti ci vanno perchè si mangia bene e nn solo per lumare pupe o sentirsi "giusti". Questo lo dico per le cameriere che magari dessero qlc info in più sui piatti nn guasterebbe. Peccato, sono le prime a nn crederci, tipo modelle che sfilano a prescindere da ciò che indossano. Peccato, perché con poco più di partecipazione e coinvolgimento avrei accettato meglio il salatissimo conto (nn tanto i piatti, ma gli extra: 12 euro 2 tazze di the...).
Mismatch cliente - location... però abbiamo mangiato bene.

we a Milano


Piccolo spazio per un fisso delle ns rimpatriate milanesi: Panino Giusto.

Ormai ci andiamo senza neanche dircelo e facciamo le ordinazioni senza consultarci: piattino stuzzagusto al salmone dell'Alaska per Micro e insalata argentario per me, poi caffè con il bocconcino dai-dai che fa da dolcino per la mia bimba.



Stavolta abbiamo bissato anche la domenica. Nella foto panino niagara con salsa piccante, piattino di bresaola e salsa ai carciofi e un toast della casa in fase di smantellamento, gnam!

martedì 10 luglio 2007

Degno Nippo



Sosushi, già provato varie volte in configurazione "prontonippo" l'altra sera anche on-site: nn male, anzi! Cioè, il cibo, perché l'ambiente denuncia un filo di decadence dovuta alla logistica della loro modalità di erogazione principale: entrano e escono i ragazzi delle consegne, borse e blocchi di ricevute in giro, si capisce che nn ricevono spesso clienti (infatti nn possono neanche servire ai tavoli, devi prenderti i piatti da solo - che significa, viste le dimensioni del locale, girarti sullo sgabello e prendere ciò che dalla cucina a vista ti hanno appoggiato sul bancone).
Ristorazione veloce, quindi, più un pre/post cinema/teatro che una vera cena, però tutto buono e loro giovani e gentili.

La foto l'ho fatta troppo tardi!