sabato 12 maggio 2007

Slow Fish




Il granitico understatement sabaudo che va a braccetto con il saggio fatalismo genovese... questo il cuore dell'evento (mi riferisco alla continua opera di sensibilizzazione sullo stato del mare, sul suo futuro, ecc.).
Intorno una manifestazione monumentale che dimostra una volta di più come il perseguimento di ideali possa portare alla perfezione.

Tra le mille immagini, odori, sapori, penso che ricorderò il pescatore vestito da Baciccia che imprecando sfiletta una ricciola da 30 chili.

Sabato e domenica a seguire i Laboratori del Gusto e imparare, assaggiare, confrontare e... barcollare un po' visto che nn ho la buona abitudine dei professionisti della degustazione di sorseggiare il minimo indispensabile del contenuto del bicchiere giusto per farsi un'idea, io me lo scolo tutto!
Peccato per quel laboratorio sui distillati e pesce crudo di domenica sera che nn ho voluto seguire per evitare il totale esaurimento fisico di tutta la famiglia.

Genova poi mi assale ogni volta alla gola perché esiste e perché è sempre più bella. Oltretutto trattamento VIP al Jolly di Piazza Corvetto e cena piacevole alle Mamme del Clan, ristorante degnissimo di nota per la collocazione e per i piatti.
La presentazione sul sito è riferita probabilmente al precedente posizionamento del locale, orientato alla cucina semplice e a costo contenuto. Da qualche mese a questa parte la proprietà ha invece affidato al nuovo manager la gestione per un posizionamento decisamente più "gastronomico", anche se si respira ancora quella vena goliardica e scanzonata che il proprietario ispira.