martedì 30 giugno 2009

Giugno fortunato


Ottimi assaggi da raccontare:
prima da Il Cambio per il nuovo menù - decisamente convincente - e per due chiacchiere con l'amico Chef Max Poggi.

In uscita cicloturistica nel Polesine capitiamo, indirizzati dalla solerte padrona di casa dell'agriturismo, nell'Osteria Arcadia, a Porto Tolle, località Santa Giulia, una vera sorpresa di prodotti e sapori! Canocchie da sogno, piccoli Cannolicchi saporitissimi, i mai assaggiati prima Canestrelli (una specie di piccole capesante), poi gli spaghetti - home made - con sugo di cozze (allevamento in loco), il ricchissimo fritto misto: locale e abbondante. Ci ha stupito anche il dessert di crema di melone. Peccato nn sia proprio a portata di mano ...

Decisa sterzata per il terzo episodio del mese vissuto a San Patrignano, cioè nel suo ristorante stellato Vite. Esperienza che spero si possa ripetere per compagnia e per gastronomia. Raramente mi permetto di suggerire esplicitamente una visita in un ristorante, tra tutte, questa è l'occasione in cui potrei risultare insistente. Per quanto ne so forse una location come questa solo da Bras è possibile viverla e la cucina? Alta cucina. Un susseguirsi di invenzioni dal sapore entusiasmante e spesso rievocativo.

In trasferta nel cuneese, abbiamo avuto l'onore di un altro invito di eccezione: Il Marachella a Vignolo. Una veloce colazione di lavoro che si trasforma in un menù degustazione accompagnati dai commenti ai piatti di Patron e Chef, tale Gonzalo Luzarraga di cui sentiremo parlare in futuro. A questo punto una guida ben fatta scriverebbe: un punto di riferimento per i cultori della tradizione gastronomica piemontese, abbinata ai migliori vini. Noi sottoscriviamo.

E in luglio?

venerdì 22 maggio 2009

Big Reunion


Molto è stato scritto su questo evento, e molto lo sarà ancora ... a me piace pensare che i sette piatti cucinati fortunosamente con i miei amici siano serviti ad accompagnare le venti ore passate insieme e a farci sentire ancora più vicini.
Cucinare per me è un atto d'amore, sempre ... volto a chi mi accompagna, alle materie prime, a chi le ha prodotte, a chi mi ha insegnato quello che so.
Sono commosso e felice che mi abbiate fatto vivere questo gesto con voi. Grazie.

C'erano 11 piatti in programma, ne abbiamo preparati 7+1, eccoli:

Dip di ceci
Queso manchego fritto su passata fresca di pomodoro
Ricciola solare allo zafferano
Tajarin aglio e olio in zuppa di fagioli
Tonno di coniglio con purè di patate
Ratatouille ottima fatta da Rico
Pere al vino alla cannella
Tajarin al sugo di gamberi viola di Sanremo e coda di rospo (erano le 03.21 ...)

Obbligatorio citare le gustose torte alle verdure di Cristina, i salumi e formaggi del territorio eporediese di Laura, il pane toscano fatto da Rico, il suo salame di cinghiale, la FOCACCIA DI ANNA!!!! Le innumerevoli bottiglie di eccellenti vini, primi tra tutti quelli del preparato Max (mi dicono oltre 2,5 bottiglie seccate in media a testa ... nn male). Nn dimentico nulla?

con tanto affetto R

mercoledì 22 aprile 2009

Slow Fish 2009


Gita biennale a SF per tornare a Genova e vedere e assaggiare un po' di pescini assortiti. Il nuovo padiglione è troppo grande per i pochi stand (meno del 2008, secondo me) e soprattutto al piano terra, la sensazione di destrutturazione è palese, poi diversi stand vuoti... è lunedì, però...
Assaggi a pagamento (solite code) di calamari fritti, pescione delle Lofoten, focaccia con il formaggio, qui e là qualche crostino omaggio. Pennichella al sole prima si seguire la presentazione di Marcelo Tejedor e del suo fornitore di alghe Antonio Muiños.
Piatto strepitoso difficile da riprodurre qui per mancanza della straordinaria materia prima. Un saluto all'amica Anna, un salto a Boccadasse e si torna a casa...

mercoledì 15 aprile 2009

Finger Food Anne



Aperitivo molto rinforzato per le due Anna in visita dalla Spagna:

aspic di mazzancolla e menta, vongoline, gamberi rossi, palamita marinata, pesto di luppolo, zucchino novello con il suo fiore, gel di menta e fragoline
coniglio cotto a bassa temperatura su crescia e fave novelle
lasagne tradizionali in miniporzione
tortino di carciofi e uovo di quaglia in salsa di montebore
pere madernasse spadellate e servite con un accenno di 5 epices

tutto sommato un buon assaggio di tradizione locale e nn solo per le amiche catalane e... per noi

martedì 20 gennaio 2009

Finger Food Graziella


Così si chiama la nostra amica vicina di casa, lei ha fatto la spesa, ha invitato una ventina di amici e qualche sera fa abbiamo servito questi piatti-ini (ma nn troppo):

Streghe Con Purè Di Fegatini E Lardo
Crostini Di Alici E Pomodoro
Baccalà Di Flora
Crumble Nizzardo Al Formaggio Di Capra
Penne Alla Siciliana
Risotto Con Verza E Salciccie
Crema Di Peperoni E Tagliolini
Polpette Di Carne Al Pomodoro Piccante (tagliati all'ultimo momento)

Spicchi Di Cotechino Con Lenticchie
Sella Di Coniglio Confit Con Germogli
Faraona Con Purè Di Melanzane
Spinacini, Caprino E Uova Di Quaglia
Crema Di Patate E Foie Gras
Pere Al Vino Con Gelato Alla Cannella
Creme Brulè Alla Frutta Con La Loro Macedonia

Hanno mangiato tutto...

Qui ci sono le foto, ma nn tutte perché o si cucina o si fotografa!

domenica 5 ottobre 2008

DFW


“Nei tempi bui, quello che definisce una buona opera d’arte mi sembra che sia la capacità di individuare e fare la respirazione bocca a bocca a quegli elementi di umanità e di magia che ancora sopravvivono ed emettono luce nonostante l’oscurità dei tempi.”
Questo e molto altro ha scritto David Foster Wallace, autore da me molto amato ma che potrò solo più ri-leggere perché è scomparso il 12 settembre.
Basta così, si è spenta un'altra luce e il mondo è un po' più buio.

lunedì 18 agosto 2008

La Pace 2008


In anticipo sulla data abituale di San Desiderio, perché saremo altrove, la consueta visita a La Pace.
Ne abbiamo parlato già qui, ma quest'anno ai consueti piatti di trota affumicata e in carpaccio, al salmerino al curry, agli involtini di lucioperca in carpione, ai risotti al persico e cannella e alla tinca con aglio e prezzemolo, e al fritto misto, asciutto e gustoso come pochi, la cucina di Marco ci ha preparato un fritto monumentale di rane, un filetto di salmerino al gorgonzola e tartufo e un filetto di trota fario al burro e salvia. Ci siamo commossi.
Fine dei giochi con frutta sciroppata e una torta coperta di panna.
La sera, a casa, insalatina leggera... più per i sensi di colpa che per necessità ché ormai il pranzo era stato archiviato senza conseguenze.

Proposta unica per ingredienti, qualità degli stessi, e maestria nella preparazione, bravi!